Telefonia, commmissione antitrust: «Sunrise può essere comprata»


Via libera della Commissione sulla concorrenza all’acquisto di Sunrise da parte del gruppo ingrlse CVC: nessun problema per il mercato della telefonia mobile.

BERNA – Per la COMCO (Commissione sulla concorrenza), non c’è nessun problema. Sunrise (TDC) può essere comprata dalla CVC Capital Partners, uno dei maggiori colossi mondiali d’investimento, con sede a Londra e a Lussemburgo.

Secondo il comunicato odierno della commissione: l’esame preliminare effettuato ha mostrato che l’acquisto della società di telecomunicazioni «non porta ad alcun cambiamento strutturale delle attuali condizioni sul mercato».
Per questa ragione, «l’accorpamento di Sunrise non necessita di un esame approfondito», e «la vendita di Sunrise è da considerare da un punto di vista del diritto sui cartelli non problematica».

Il via libera arriva dopo lo stop dato ad aprile 2010 alla vendita di Sunrise a France Télécom, e al successivo intento di fondersi con Orange. In quel caso, per la commissione, si sarebbe violata la legge sui cartelli e si sarebbe creata una posizione dominante.

Attualmente sono tre gli operatori nel mercato elvetico della telefonia mobile: Swisscom, Sunrise e Orange. Per la Comco, anche successivamente all’acquisto di Sunrise rimarranno sul tre grossi operatori di telefonia mobile, per cui «una certa dinamica concorrenziale è preservata» e «il mercato rimane aperto».

La Svizzera resta, tuttavia, una delle nazioni con le tariffe più alte d’Europa.

Red. Tec.

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *