Usa e Svizzera insieme sulla strada dell’innovazione


Siglato ieri a Washington un accordo per la cooperazione scientifica e tecnologica tra i due Paesi, a conferma degli eccellenti rapporti nel settore della ricerca.

BERNA – Stati Uniti e Svizzera sempre più partner strategici per l’innovazione e la ricerca. A confermarlo, l’accordo per la cooperazione scientifica e tecnologica firmato ieri a Washington e annunciato oggi dalle istituzioni elvetiche.

L’accordo tra i due Paesi ha per obiettivo il consolidamento e approfondimento delle attuali buone relazioni tra le comunità scientifiche, sia nel campo della ricerca fondamentale sia in quella applicata. Tra le attività di cooperazione rientrano i programmi coordinati di ricerca, gli studi e le indagini condotti in comune, i workshop, le conferenze e i simposi, e lo scambio di informazioni tecnico-scientifiche. Per consentire l’approfondimento delle relazioni bilaterali i due paesi si sono impegnati a profondere quanto è in loro potere per agevolare ulteriormente l’entrata e l’uscita dai rispettivi territori nazionali delle persone attive nel campo dell’educazione e della ricerca.

Il Fondo nazionale svizzero svolgerà un ruolo fondamentale per il rafforzamento delle buone relazioni tra la Svizzera e gli Stati Uniti nel settore scientifico e universitario poiché finanzia le borse che consentono ai ricercatori svizzeri di soggiornare all’estero e sostiene diversi progetti di ricerca.

L’importanza delle relazioni tra i due paesi è confermata dal numero nettamente superiore alla media di studi scientifici che i ricercatori elvetici conducono e pubblicano con colleghi statunitensi. Da decenni la Svizzera e gli USA intrattengono eccellenti rapporti nel campo della ricerca e dell’innovazione grazie ai contatti personali allacciati da ricercatori svizzeri durante i soggiorni negli Stati Uniti e in seguito consolidati con attività di ricerca svolte in comune.

A confermare l’eccellente rapporto tra le due piazze scientifiche anche Al Gore, intervenuto nell’incontro di ieri a Washington con il Segretario di Stato per l’educazione e la ricerca Mauro Dell’Ambrogio.

Red. Tec.

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *