Università: anno record per la Svizzera


Tempi d’oro per gli istituti accademici elvetici: boom di iscrizioni dall’interno e dall’estero. Gli investimenti istituzionali in ricerca iniziano a dare i frutti sperati.

BERNA – L’anno accademico 2009/2010 per molti atenei elvetici, tra cui quelli di Zurigo e Losanna, potrebbe toccare cifre record.

L’università di Berna si attende l’iscrizione di quasi 14’000 studenti, con un aumento dello 0,6% rispetto all’anno accademico precedente.

L’aumento è notevole anche nelle facoltà di Friburgo, dove gli iscritti sono 9700: addirittura un +35% per i master e un +6% per i bachelor. Ben la metà degli studenti immatricolati proviene dall’estero, un fenomeno piuttosto radicato per quest’ateneo.

L’Università di San Gallo conterà 6548 studenti, 620 in più rispetto allo scorso anno.

Al Politecnico di Zurigo (PFZ) e a quello di Losanna (PFL) l’affluenza toccherà addirittura livelli record: previste più di 15’000 immatricolazioni a Zurigo, mentre a Losanna gli iscritti sono più di 7000, circa il 5% in più del 2008.

La conferenza dei rettori spiega il fenomeno sulla base degli elementi pubblicati in giugno dall’Ufficio federale di statistica, tre i più importanti la particolare attrattiva degli atenei svizzeri per gli studenti stranieri, la semplicità di scambi tra le università europee e lo sviluppo demografico.

Red. Tec.

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *