Novartis investe in Cina per conquistare il mercato dei vaccini


Il colosso elvetico ha acquistato un produttore cinese di vaccini e prevede investimenti per circa un miliardo di dollari in ricerca.

BASILEA – La Novartis ha annunciato ieri di aver acquistato l’85% del capitale del fabbricante cinese di vaccini Zhejiang Tianyuan Bio-Pharmaceutical. Per questa operazione, la ditta farmaceutica di Basilea pagherà 125 milioni di dollari (128,2 milioni di franchi).

La transazione è parte del progetto del gigante farmaceutico elvetico che mira a conquistare il mercato dei vaccini. La Cina – precisa in una nota il gruppo di Basilea – è il terzo mercato mondiale in questo settore. L’acquisto è sottoposto alle autorità cinesi.

Nei prossimi cinque anni, la Novartis investirà in ricerca una cifra pari ad un miliardo di dollari (1,02 miliardi di franchi). L’obiettivo è sviluppare il centro di ricerca biomedica a Shanghai, facendo della città cinese il proprio terzo polo di ricerca dopo Cambridge (Stati Uniti) e Basilea. Il numero dei collaboratori dovrebbe passare da 160 a 1000.

Fino ad oggi, il centro di ricerca di Shanghai si è occupato di studiare le cause infettive del cancro, endemiche in Asia, e lo sviluppo di nuovi medicinali.

La Novartis ha inoltre investito 250 milioni di dollari in un nuovo centro tecnico a Changshu, meno di 100 chilometri da Shanghai, che produce ingredienti per medicinali.

Red. Est.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *