Sale al 4% la disoccupazione svizzera


Ancora problemi di disoccupazione in Svizzera, salita al 3,8%. I giovani la fascia più colpita.

BERNA – Ancora problemi per l’occupazione in Svizzera, sebbene la piazza resti una delle migliori d’Europa. Nel mese scorso è stata superata la soglia dei 150mila disoccupati, segnando un aumento del 60,4% rispetto allo stesso mese del 2008.

Ancora una volta sono i giovani ad essere i più colpiti. Tra le varie fasce di età, quella tra i 15 e i 24 anni segna un tasso di disoccupazione balzato dal 4,6 al 5,3%, con 29’298 persone senza lavoro: +14% in confronto a luglio e +74,8% rispetto all’agosto dell’anno precedente.

Secondo i dati della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), il tasso di disoccupazione è salito di 0,1 punti percentuali in un mese, raggiungendo il 3,8% in agosto.

Agli uffici di collocamento erano iscritti 150’831 persone disoccupate, ovvero 5’467 in più del mese precedente e ben 56’792 in più di un anno prima.

Il totale delle persone in cerca di un impiego nel giro di un mese è cresciuto di 4’431 unità a quota 208’568.

La SECO ha anche comunicato anche i dati del lavoro parziale per il mese di giugno: dopo mesi di forte progressione, è stato segnato un calo. La riduzione dell’orario di lavoro ha interessato 58’749 persone, ovvero 1’165 in meno (1,9%) di maggio.

Il numero delle aziende che hanno fatto ricorso a questa misura è aumentato di 29 unità (+0,9%) portandosi a 3’371. Il numero delle ore di lavoro perse è diminuito di 19’323 (-0,6%) portandosi a 3’152’900.

Red. Tec.

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *