Svizzera: borsa in calo dopo l’apertura sul segreto bancario


Indice SMI in calo dopo l’annuncio del governo di allentare le maglie sul segreto bancario.

ZURIGO – All’annuncio delle concessioni governative sul segreto bancario svizzero dato a mezzogiorno di oggi in anteprima nazionale da LaNotizia, la borsa di Zurigo risponde con un calo degli indici.

Una buona mattinata di salita aveva preceduto la dichiarazione del presidente del consiglio e ministro delle finanze Merz, che ha annunciato il depotenziamento del segreto bancario elvetico: con necessità per gli istituti di credito di fornire informazioni sui propri clienti a paesi esteri se richieste con fondati motivi.

La discesa rispetto alla mattinata è stimabile in alcuni punti dell’SMI. Preoccupazione senza allarmismi sullo scenario elvetico, che rivendica tramite il presidente Merz il mantenimento di solide soglie di riservatezza nonostante le concessioni all’Ocse.

Pronosticabile un computo comunque positivo sugli indici borsistici dell’intera giornata, a seguito anche delle manifestazioni di assenso del presidente francese Sarkozy e dell’associazione bancari svizzeri sulla scelta del governo. Per la politica interna, fortemente contrario alla decisione l’UDC, scettico il Partito Popolare, d’accordo il Partito socialista.

Red. Int.

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *