Svizzera: “I costi delle casse malattia sono insostenibili”


I premi delle casse malattia diventano sempre meno sopportabili: per l’80% della popolazione svizzera è necessario adottare misure urgenti. Il 30% li considera insostenibili. Previsti forti aumenti nel 2010.

BERNA – La popolazione europea invecchia. E’ un dato constante, che non varia ormai da molti anni. E con l’invecchiare della popolazione lo storico sistema del welfare, delle assicurazioni e delle pensioni va in crisi.

Le nuove generazioni sono troppo esigue per mantenere i bisogni di quelle più anziane, l’aumentare dell’aspettativa di vita peggiora poi ancor di più l’aggravio sulle casse: generando una situazione di squilibrio che presto potrebbe diventare insostenibile.

A confermare tale difficoltà c’è un sondaggio odierno di Santésuisse, secondo cui i premi delle casse malattia sono economicamente sempre meno sopportabili per la popolazione svizzera. Solo il 16% degli interrogati afferma che pagare non rappresenta un problema, una percentuale in discesa dell’8% rispetto l’anno scorso.

Quasi il 30% della popolazione ritiene che il premio da pagare sia troppo elevato, il 10% in più del 2008. Circa il 50% della popolazione reputa l’ammontare del premio severo, ma ancora sopportabile.

Infine, addirittura l’80% degli intervistati è convinta che si debbeno adottare misure di risparmio urgenti.

La situazione, secondo il direttore di Santésuisse Stefan Kaufmann, si è deteriorata a causa della crisi economica: perchè le persone sono ora più sensibili ai costi fissi che gravano sul budget famigliare. Per Santésuisse questa tendenza dovrebbe confermarsi anche l’anno prossimo a causa del forte aumento dei premi annunciato per il 2010.

Red. Int.

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *