Svizzera: il paese che investe di più al mondo in Internet e nuove tecnologie


La Svizzera è la nazione con la spesa pro capite più alta al mondo in internet e nuove tecnologie, e lancia un nuovo progetto per lo sviluppo dell’economia online.

BERNA – «In Svizzera le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) registrano la spesa pro capite più alta al mondo». Ad affermarlo è un comunicato ufficiale del Dipartimento federale dell’economia.

Secondo il dipartimento, la e-economy «è una delle colonne portanti dell’economia svizzera».

Studi dell’Università di Basilea hanno affermato che solo nel 2007 il settore delle nuove tecnologie ha contribuito per circa il 5,1% al PIL nazionale, attestandosi sostanzialmente sullo stesso piano di settori come l’edilizia e il commercio al dettaglio. Ciò, senza contare l’effetto indiretto e indotto che le nuove tecnologie hanno negli altri settori.

Stando ai dati del dipartimento dell’economia, in Svizzera «circa il 70% della popolazione attiva» utilizza le nuove tecnologie «e quasi tutte le transazioni commerciali si basano su queste tecnologie».

Con l’obiettivo di radicare ancora di più l’uso delle nuove tecnologie nel sistema economico e razionalizzare i forti investimenti, inoltre, da settembre 2010 il governo ha istituito una speciale commissione per lo sviluppo economico: l’eEconomy Board.

Composta da un gruppo misto di esperti pubblici e privati, si occuperà di promuovere la diffusione delle nuove tecnologie nell’economia e tracciare le priorità per il futuro.

Per il presidente della commissione Christian Weber, «è fondamentale innanzitutto concepire» le nuove tecnologie «come motori della crescita, della produttività e dell’innovazione in ambito economico».

I principali temi giudicati «particolarmente rilevanti» su cui la Svizzera dirotterà i propri investimenti, sono stati individuati in (ordine alfabetico):

  • • bioinformatica
  • • cloud computing
  • • e?government, e?health
  • • informatica verde
  • • formazione ICT
  • • case intelligenti, reti elettriche intelligenti, smart work, smart transportation
  • • social media, social network

A partire dal 2012, la commissione pubblicherà annualmente un dossier sui risultati ottenuti.

Luca Spinelli

Commenta via Facebook!

La tua opinione è importante, rendila pubblica!

  1. Anonimo ha detto:

    sono daccordo pensa ad essere li sofferente e sai che dovrai morire

    ma perké argomenti cosi tristi ti ho detto andiamo a mangiare una pizza e mi insegni a usare il cellulare che dici si puo’ fare? Già mi hai fatto fare una figura da arrossire xké pensavo ke fossi uno di nokia o google. Credi che non riesci a trovare una soluzione e ci incontriamo? Io non voglio e non posso comprare un altro cellulare. Ti chiedo di poter usare il mio mobile cosa ti da fastidio non so nemmeno chi 6. Credimi ho tanti problemi troviamo una soluzione. Il gioco è bello fino a quando dura poco poi è una tortura. Non ho una vettura la mia vita la sai meglio te di me. Cosa ti ho fatto me lo spieghi. Mi lasci almeno ascoltare un po’ di musica a te che musica piace? Dimmi qualcosa sono stanca di fare la solista.

  2. avvocato ha detto:

    Sono un avvocato italiano mi occupo di promozione e gestione invetimenti internazionali. Per consulenze scrivete pure un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *