Londra: “Con Silvio Berlusconi in Italia rinasce il fascismo”


Secondo il quotidiano The Guardian in Italia si sono stabiliti forti legami di continuità con il fascismo. Critiche al governo Berlusconi ma anche all’opposizione.

LONDRA – In vista del G20 di Londra, la stampa inglese sferra un pesantissimo attacco alla politica italiana e al presidente del consiglio in carica, in particolare dopo la creazione del nuovo partito di destra al governo (Pdl), nato dalla fusione di Forza Italia e Alleanza Nazionale.

Secondo l’editoriale del quotidiano britannico The Guardian, «è scioccante constatare che tra i 20 leader al summit economico di Londra sarà presente un capo di governo che ha costruito la sua base politica su fondamenta poste dai fascisti e che afferma che la destra, proprio per questa ragione, resterà al potere per generazioni».

Il quotidiano pone anche l’accento sulle differenti reazioni storiche al dopoguerra postfascista, «a differenza della Germania, l’Italia del dopoguerra non ha mai davvero affrontato la propria eredità fascista. Così, mentre il neofascismo non è mai davvero risorto in Germania, in Italia si sono stabiliti forti legami di continuità con le leggi dell’era mussoliniana ed è rinato il partito del Duce sotto un altro nome».

Obiettivo delle critiche del giornale inglese è in particolar modo il premier Berlusconi, le cui «intenzioni sono ovvie e palesi da tempo»: dal 1993 «ha utilizzato la propria carriera politica e il suo potere per difendere sé stesso e il proprio impero mediatico dalla legge. Nel suo primo mandato non solo ha consolidato la propria morsa sull’industria mediatica – ora ne possiede metà – ma ha anche fatto approvare con l’inganno una legge che gli garantiva l’immunità», disinteressandosi dei pareri di incostituzionalità.

Alleanza Nazionale, dal canto suo, avrebbe «fatto molta strada in sessant’anni» con un leader, Fini, che «parla di dialogo con l’Islam, denuncia l’antisemitismo, auspica una Italia multietnica», posizioni, tuttavia, «che Berlusconi farà fatica a imitare, con le sue campagne populiste anti-zingari e anti-immigranti e la sua vocazione verso un “razzismo morbido”». Per queste ragioni la nascita del maggiore partito di destra italiano rappresenta per il quotidiano britannico «il giorno della vergogna per l’Italia».

Ma l’editoriale non risparmia critiche nemmeno all’opposizione di sinistra: «il successo di Berlusconi deve qualcosa alla propria audacia ma moltissimo alla debolezza dei suoi avversari. La sinistra italiana, in particolare, è stata totalmente incapace di creare una valida opposizione».

Red. Est.

Commenta via Facebook!

La tua opinione è importante, rendila pubblica!

  1. Ada ha detto:

    Questo è quello che ho sempre pensato e parlato già da molto, molto tempo.

    E’ una cosa evidente.

    Sono contenta che non sono solo io a pensare così.

  2. Nazza ha detto:

    Buon giorno e grazie per permettermi di inviare un commento sul tema (con Silvio Berlusconi in Italia arriva il fascismo).

    Quello che fa paura non è Berlusconi ma sono le menzogne mediatiche che certa stamapa monta ad arte, tra l’altro con scarsa fantasia, in Italia non c’è e non arriverà nessun fascismo, chiaro la sinistra hà fallito su tutto quello che che hà fatto e allora se la prende con la destra non potendo mandare giu’ il boccone amaro della sconfitta, per favore rispettimo le scelte degli elettori Itaiani e smettiamola di offendere sempre anche senza ragione Berlusconi, con le offese e i no perpetui anche senza sapere cosas dice la proposta no si va da nessuna parte e la realtà è la sconfitta totale di una sinistra che pensava di distruuggere la DC; CRAXI, Berlusconi e altri partiti dando alla Magistratura il potere di fare come la Santa Inquisizione, risultato, caos e demagogia, il Fascimo in Italia non tornerà, il Comunismo neanche a pensarlo, gli Italiani hanno saputo reagire e non cadranno mai piu’ in situazioni non democratiche, per questo finiamola con demagogie IPOCRITE,

    buona giornata, con stima,
    NAZZA

  3. cicciapasticcia ha detto:

    Rinasce il fascismo? Meglio così. W il duce, W la destra, W la dittatura, almeno mangia uno solo e non 1000 e passa ladri.

  4. vif ha detto:

    x Nazza

    Sostituiamo il veccho detto: “Piove governo ladro” con “Piove sinistra ladra”.

  5. elena ha detto:

    Dal momento che non volete Berlusconi perchè è un fascista che fa le leggi a pro suo, ma la sinistra cosa ha fatto per l’italia….. ve lo dico io ha fatto in modo di riempire ogni minimo paese di extracomunitari che ogni giorno si trovano al bar a bere birra di tanto in tanto rubano spacciano e quando hanno da soddisfare i propri istinti violentano.

    L’unica colpa che gli posso dare è stata quella di permettere di mettere le aziende all’estero portandoci via il lavoro a noi quindi dovrebbero trovare il sistema di riportare indietro le ditte qui in italia poi per il resto non ho niente altro da dire tranne che la sinistra in questo momento mi fa pena e mi chiedo ma tutti quei parlamentari dell opposizione ma perche non vanno a casa sai quanti soldi tornerebbero nelle tasche degli italiani tanto la loro opinione a cosa serve.

  6. Falco ha detto:

    Ho sempre pensato con il governo Berlusconi è ritornato il fascismo ho notato che sono rinate le squadracce che andavano ha bastonare la gente chi non la pensava come loro. In questi giorni hanno fatto la fusione tra un mafioso, e un fascista cosa succederà all’Italia??

  7. Falco ha detto:

    Vorrei rispondere al lettore Nazza che ha scritto tanto bene di Berlusconi tante belle cose pensa positivo pensa così perchè è berlusconiano allora è uno stronzo

  8. Marco ha detto:

    Elena mai pensato di informarti di più e dire meno cazzate?

  9. eluca ha detto:

    Non credo rinasca il fascismo, bensì una dittatura Berlusconiana. Infatti pensa prima a salvarsi dalle accuse poi il resto non conta.

  10. Life ha detto:

    Io ricordo solo una cosa, dimenticata tutti coloro che han votato per il Sig. Berlusconi: Mani Pulite.

  11. gibellato ariella ha detto:

    Scusatemi se non sono in tema però è una mia opinione che voglio esprimere! Sono una pensionata a 572 euro al mese e mi meraviglia una cosa in tutta sincerità: Il nostro Signor Berlusconi ha affermato che non mette mani in tasca agli italiani e mi sta benissimo però perchè come tasse non le mette in tasca al Vaticano che ha il 30 per cento del mercato immobiliare Italiano, non paga tasse né niente allo stato Italiano? Con l’8 per mille si mette in tasca un mare di denaro fidando sulla fede cristiana del prossimo! Il Vaticano vuole essere uno Stato nello Stato indipendente ebbene lo sia in tutto e non ci taglieggi facendo pagare a noi italiani le loro spese! Va bene tutto però rivediamo i Patti Lateranensi, rivediamo un attimo questi signori in rosso e in nero cosa hanno e cosa non hanno.. la nostra Guardia di Finanza non può permettersi di andare a controllare ciò che entra nelle casse vaticane vero? e loro fanno e disfano come vogliono… meno male che sono alla fine della mia vita travagliata da pensionata minima e di schifezze ormai ne vedo troppe, si stava meglio quando si stava peggio! mi spiace solo per la gioventù che non ha un futuro oggi come oggi e di cose se ne potrebbero far molte e molte avendo un MINIMO di buona volontà e meno EGOISMO… saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *