Un nuovo supercalcolatore a Lugano


Berna approva l’installazione di un nuovo supercalcolatore in Ticino. Investimenti cospicui anche nelle università.

BERNA – Secondo una nota odierna del dipartimento degli interni, la Svizzera ha deciso di attuare il «Piano nazionale svizzero per il calcolo di grande potenza e la sua messa in rete HPCN». Tale piano, prevede tra l’altro la costruzione di un nuovo supercalcolatore che troverà la sua collocazione finale in Ticino.

Nel mondo scientifico, l’importanza dei cosiddetti «supercalcolatori» cresce in modo continuo in ogni ambito. Nei settori del clima, dell’energia, della salute, dell’edilizia, dell’ambiente e delle finanze, la possibilità di stabilire modelli, relazioni, e previsioni dipende strettamente dalla rapidità di elaborazione e acquisizione di conoscenze.

Nella sua seduta odierna, il Consiglio federale elvetico ha perciò deciso l’installazione entro il 2012 di un nuovo sistema di calcolo di grande potenza presso il Centro svizzero di calcolo scientifico (CSCS). A Lugano-Cornaredo verrà eretto un edificio dotato della più recente tecnologia di raffreddamento sotto il profilo ecologico, destinato a ospitare il nuovo supercalcolatore.

Infine, nelle scuole universitarie svizzere saranno predisposti gli investimenti necessari per sviluppare le competenze specifiche per utilizzare in modo ottimale la rete nazionale di calcolo di grande potenza.

I costi complessivi per l’attuazione del piano ammontano a 172,5 milioni di franchi (circa 115 milioni di euro).

Red. Tec.

Commenta via Facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *